Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Bassano in Teverina: torna la Processione in onore della Madonna della Quercia

Manifest. Religiose
Font

BASSANO IN TEVERINA - Dopo un lungo stop di due anni a causa dall'emergenza pandemica, torna finalmente la tradizionale Processione in onore della Madonna della Quercia. 

Pin It

Domenica 22 maggio l’appuntamento è infatti alle ore 10.15 all’esterno della Chiesa dell’Immacolata Concezione di Maria, nel centro del paese. Da lì partirà un solenne corteo religioso accompagnato dai tanti fedeli che ogni anno sono soliti partecipare alla manifestazione.

La processione si svilupperà lungo via Cesare Battisti per poi percorrere un tratto di Strada Ortana fino al raggiungimento del Santuario della Madonna della Quercia (nella foto la tegola miracolosa nel santuario de La Quercia), alle porte del paese, per la tradizionale messa.

Quella in onore della Madonna della Quercia è una processione molto sentita dalla comunità bassanese. Ad amplificare il forte impatto emotivo del corteo sono anche gli uomini della Confraternita dei Santi Fidenzio e Terenzio e del Santissimo Rosario che per tutto il tragitto trasportano a spalla un’effige della Madonna, insieme a fregi, bandiere e luminarie.

La processione, che come da tradizione si svolge la quarta domenica del mese di maggio, sarà accompagnata anche dalla Banda Musicale Apolline Bianchi di Bassano in Teverina.

Nel corso degli anni questo corteo religioso ha mantenuto il suo forte significato spirituale e religioso, ma si è anche arricchito di una nuova connotazione che lo ha trasformato in un vero e proprio momento di condivisione cittadina. Con l’estate ormai alle porte, il sole che non manca mai per l’occasione e la grande area verde che circonda il santuario, risalente al XVII secolo, per l’occasione a Bassano si respira un clima di festa.