Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

VITERBO - Sono durati quasi dieci minuti gli applausi al musicista di fama internazionale Maurizio Baglini, reduce da vari concerti in Polonia, tornato per la seconda volta a Viterbo, che nella Chiesa del Gesù ha proposto, nell’ambito del terzo Festival “I Bemolli sono blu-Viterbo in Musica” magnifico recital pianistico tutto dedicato al romantico poeta del pianoforte Frédéric Chopin con l’esecuzione dei dodici movimenti Études op. 10 e altrettanti dell’Études op. 25.

VITERBO - Grande successo per i tre appuntamenti settimanali del Festival “I Bemolli sono blu-Viterbo in Musica” (fino al 9 novembre 2019), ideato dall’Associazione Muzio Clementi, in attesa di un nuovo entusiasmante fine settimana dedicato a Chopin (leggi qui i concerti previsti: https://www.latuaetruria.it/concerti/33-spettacolo/2995-i-bemolli-sono-blu-viterbo-in-musica-ancora-musica-in-duo-pianoforte-e-organo-con-il-maestro-bastianini).

VITERBO – Uno spettacolo con tanti colleghi ed amici per raccontare come si compone T.R.E.N.T.A., il nuovo cd di Simone Gamberi: “Pensavate che fosse la mia età vero? Ma io vi ho mai chiesto la vostra? – scherza il cantautore, ammettendo comunque un fondo di verità – e invece no, non solo, è un acronimo che racconta la vita di ciascuno, fatta di sentimenti: il Tempo che passa per tutti, la Rabbia di chi parte male al mattino, l'Empatia ormai perduta per colpa dei cellulari, la Natura, da difendere, sperando che finalmente si sia capito, la Tristezza, strada senza uscita, e infine l'Amore, importantissimo, non solo tra persone ma in tutte le sue tante forme, per un animale, un amico, un familiare, perché l'amore salva tutto”.

TARQUINIA - “Il fascino dei ritmi swing di Henzapoppin’s Choo Choo Train, il rock trascinante di Greg & the Rockin’ Revenge; ed ancora i dj set – da Suze Creamchees a Marco Contestabile sino a Miss Alicia – i mercatini, apprezzatissimi, del vintage, lo street food, gli addobbi, le auto d’epoca. E, soprattutto, tanta gente, vogliosa di rivivere le atmosfere del passato, tuffandosi negli anni ’30, ’40 e ’50.

VITERBO  - Franco Carlo Ricci e Sandro De Palma, alla guida di due stagioni concertistiche viterbesi (quella dell’Università e quella dei “Bemolli sono blu”), mettono insieme know how, mezzi e intelligenze musicali in una santa alleanza che è stata consacrata sabato scorso all’Auditorium dell’Unitus con una serata inaugurale di altissimo livello.

VITERBO – Con un bellissimo concerto spettacolo al Teatro Unione, sulle note di Puccini, Rossini, Bizet, Donizetti e Saint-Saëns, è giunta alla fine la settima edizione del Premio internazionale di canto lirico Fausto Ricci, con la proclamazione dei migliori: a fregiarsi del titolo di vincitore del 2019 è Pierpaolo Martella, diciottenne baritono leccese che ha convinto giuria e pubblico (a lui anche il premio degli spettatori) con la perfetta esecuzione di "Come un'ape", tratto da La Cenerentola di Rossini.

VITERBO - Inaugurazione unica, speciale, insolita per il festival "I Bemolli sono Blu", che apre con Notturni sull'acqua, un'anteprima alle Terme dei Papi, su un palco trasparente a filo d'acqua, realizzato in tempo di record dal Gruppo Carramusa, su cui troneggiava un piano Yamaha AvantGrand fornito da Alfonsi Pianoforti.

TAORMINA - Un grande debutto per il tenore nepesino Roberto Cresca che nei panni di Canio ha trionfato nel capolavoro di Ruggero Leoncavallo, "Pagliacci". L’opera, andata in scena nella nuova produzione del Mythos Opera Festival, ha avuto larghi consensi di critica e di pubblico che ne hanno sottolineato la grande valenza musicale e spettacolare, grazie anche alla regia curata sempre da Cresca.

Altri articoli...