Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Hotel Gagarin apre l'Est Film Festival: ve lo consigliamo con le parole di Luca Argentero

Visto per voi
Font

MONTEFIASCONE - L'Est Film Festival parte stasera, domenica 22 luglio, con l'edizione numero dodici dedicata alla grande commedia italiana. Ad inaugurare la rassegna il film di Simone Spada, Hotel Gagarin.

Pin It

Ve lo consigliamo, perché abbiamo avuto modo di vederlo, ridere e pensare, commuoverci e pensare di nuovo. Il film, con protagonista Luca Argentero, Claudio Amendola, Giuseppe Battiston, Barbora Bobulova, Silvia D’Amico, Caterina Shulha e un meraviglioso Philippe Leroy è una storia nella storia. L'incontro con il cast è avvenuto al cinema Intrastevere, nella celebrazione della quarta settimana di programmazione con 50mila spettatori in totale (clicca qui per vedere il video).

Racconta della folle avventura di un set cinematografico in Armenia, uno scalcagnato gruppo che si trova ospite dell'Hotel Gagarin convinto di girare un film mentre è tutta una truffa. Storie di ordinaria follia italica, verrebbe da dire, ma cosa è il cinema se non un meraviglioso contenitore di sogni?

Il sogno sarà quindi alla base di tutta la storia, a tratti romantica a tratti irriverente, che ciascuno dei protagonisti svilupperà secondo la propria visione, diventando di fatto veicolo per i sogni degli altri. Sullo sfondo la neve, tanta, una guerra che sembra non finire mai, l'amore e qualche fantasma del passato.

La vita dei protagonisti cambierà completamente, grazie ad un viaggio che parte come una fuga dal presente e diventa una meravigliosa occasione di futuro.

Teresa Pierini