Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Mattioli testimonial della stagione targata Atcl all'Unione: "Voglio commentare questa meraviglia"

Teatro e Cinema
Font

VITERBO - Presentata ufficialmente la stagione teatrale che segnerà la riapertura dell'Unione, dopo anni di sipario abbassato per restauro dell'intera struttura. Come annunciato nel tempo dall'assessore Delli Iaconi e già pubblicato su questa pagine, l'incarico è andato all'Atcl, Associazione teatrale fra i Comuni del Lazio, istituzione di proprietà pubblica, con socio anche il Comune di Viterbo.

Pin It

Una realtà sicuramente importante, con esperienza rodata in decine di anni di attività, che si sposa perfettamente con l'affidamento diretto di una stagione senza bando, che permetta comunque di alzare il sipario.

Soddisfatto Delli Iaconi: "Dopo tante vicissitudini oggi si presenta una stagione dignitosa, su cui si sommeranno una serie di iniziative che coinvolgeranno altre realtà e le scuole cittadine".

Maurizio Mattioli mostra il Teatro Unione

Testimonial d'eccezione Maurizio Mattioli, che sarà protagonista il 7 gennaio con la ripresa dello spettacolo di Stefano Reali, Operazione: "Voglio commentare questa meraviglia - sottolinea l'attore romano mentre apre la pubblicazione realizzata per l'occasione dal Comune -, grazie a Dio si rivede la luce. E' sempre bello quando apre o riapre un teatro, che vuol dire aggregazione, comunciazione assoluta. Io ho avuto la mia scuola a teatro, ammirando dalle quinte i grandi di un tempo, una formazione e un'esperienza che poi ho utilizzato in Tv. In teatro non si fanno mai tanti soldi ma si impara, perché la selezione è spietata". Mattioli riporterà sul palco uno spettacolo scritto da Stefano Reali negli anni '90, diventato poi un film, In barca a vela contromano, e di nuovo riproposta da Viterbo per la  nuova stagione, il 7 gennaio 2018 alle 18.

"Onorati di esserci per la riapertura del Teatro, insieme al Comune di Viterbo, un nostro socio storico - ha aggiunto l'amministratore delegato Luca Fornari - . Il teatro è una ricchezza straordinaria per una città, che sarà arricchita dalla nostra stagione e da una serie di appuntamenti con realtà del territorio. Insieme per un arricchimento, per creare la casa della cultura ma anche la casa di tutti i viterbesi, con cui speriamo di essere solo all'inizio di un lungo percorso".

I protagonisti della conferenza stampa

Il cartellone è stato illustrato da Alessandro Bertini, direttore artistico di Atcl, che si è anche tolto qualche sassolino dalla scarpa: "Ho fondato questa associazione nel 1981, non vogliamo occupare nulla, il nostro scopo è dare occasioni a tutti, specie nelle realtà meno considerate in una regione 'romanocentrica'. Riapre un teatro storico e lo fa a tutti gli artisti che vorranno abitarlo, agli universitari, agli studenti, ad ogni tipo di allievo. E' bello riqualificare un teatro chiuso da troppo tempo".

Bertini ha poi illustrato il cartellone, che parte sabato 9 dicembre, ore 21.00, con COPENAGHEN, di Micheal Frayne, con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice per la regia Mauro Avogadro, guidicato miglior spettacolo della stagione 2017/18.

Mattioli salirà sul palco domenica 7 gennaio alle 18.00 con OPERAZIONE, IN BARCA A VELA CONTROMANO, scritto e diretto da Stefano Reali, con Antono Catania, Maurizio Mattioli, Nicolas Vapodiris, Gabriella Silvestri. Sempre a gennaio, domenica 28 alle 18.00, un classico: LA RAGIONE DEGLI ALTRI di Luigi Pirandello, interpretato e diretto da Tato Russo.

Sabato 10 febbraio ore 21.00 arriva QUESTI FANTASMI di Eduardo De Filippo, con Gianfelice Imparato, Carolina Rosi, Massimo De Matteo, Paola Fulciniti, Andrea Cioffi, Nicola Di Pinto, Viola Forestiero, Giovanni Allocca, Gianni Cannavacciuolo, regia Marco Tullio Giordana.

Sabato 24 marzo ore 21.00 LA STRANA COPPIA di Neil Simon in un progetto di Pasquale Squitteri, traduzione e adattamento da Edoardo Erba con Claudia Cardinale e Ottavia Fusco messo in scena da Antonio Mastellone.

Domenica 15 aprile ore 18.00 IL BERRETTO A SONAGLI di Luigi Pirandello con Roberta Caronia, Valter Malosti, Paola Pace, Vito Di Bella, Paolo Giangrosso, Cristina Arnone, Roberta Crivelli, regia Valter Malosti.

Ultimo appuntamento di prosa, venerdì 27 aprile ore 21.00: LA SCUOLA di Domenico Starnone, con Vittoria Belvedere, Vittorio Ciorcalo, Roberto Citran, Roberto Nobile, Silvio Orlando, Antonio Petrocelli, Maria Luara Rondanini; regia Daniele Lucchetti.

Presso l'Ufficio Turistico sono a disposizione biglietti degli spettacoli e abbonamenti per l'intera stagione.

Teresa Pierini