Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Bagno di folla per la prima volta di Salvini a Viterbo come ministro dell'Interno

In Citta'
Font

VITERBO - Durante la campagna delle politiche aveva promesso di tornare da presidente del consiglio con un sindaco leghista, è tornato oggi Matteo Salvini, da ministro dell'interno, uno dei più discussi di queste settimane, a supporto del forzista Giovanni Arena, ad un passo dalla sfida di domenica nel ballottaggio. Poco conta per il "suo" popolo, che si accalca in piazza Verdi, fino a via Marconi, pronto a richiamare l'attenzione con il coro "Oh capitano". 

Pin It

Migliaia le persone, vere, motivate, che vogliono sentire Salvini e quindi il senatore Fusco si limita al saluto, chiedendo un applauso per i candidati consiglieri della Lega, presenti sul palco e che definisce una grande squadra.

L'attesa sale mentre prende la parola Arena: "Grazie a tutti voi che siete qui a salutare colui che ha meglio rappresentato le aspettative degli italiani e dei viterbesi. Con gli amici di tutti i partiti daremo le risposte che volete, a partire dall'asfalto delle prime vie, già da luglio". Una promessa veloce per dare spazio al leader indiscusso dell'attuale momento politico italiano.

Sul palco appare la scritta, "Bentornato capitano", una lettera per candidati, ed entra Salvini: "Grazie di cuore, questa piazza è la risposta di chi chiacchiera, come Macron e Saviano, e chi fa. Ci sta gente che si chiede come mai si mantengono impegni. La sinistra si dice buona ma ha trasformato il Mar Mediterraneo in un cimitero, valutate chi sono i buoni. E fate due conti: 170 mila presunti profughi ospitati per 35 euro ciascuno a chi li accoglie. Ora li tagliamo un po' questi importi, vediamo se avranno il cuore d'oro".

L'argomento principale è ovviamente la politica nazionale, perché è quella che conosce meglio, quella che lo porta ogni giorno in prima pagina, e prosegue: "Mi denunciano, facciano, ma loro sulla mafia ci guadagnano, io lavoro per togliergli i beni. 
Macron dà del populista lebbroso ma lezioni da chi ha l'esercito al confine per respingere donne e bambini...bnon le prendo. Sono orgoglioso di passare il mio ventunesimo giorno a Viterbo e spero di tornare a Santa Rosa ospite di Arena, per parlare anche di sicurezza con lui. Oggi ero con Zingaretti, insieme per ridare le case tolte alla malavita e metterle a disposizione dei romani, io da ministro mi metto a disposizione di chi lavora.

C'è tanto da fare, la Flax tax, la pace fiscale e cambieremo la legittima difesa, se entri in casa mia sei tu che rischi, non io che devo dimostrare che stai invadendo casa mia. E vogliamo parlare dei giornalisti? Oggi la borsa cala ed è colpa mia.. perchè ho detto che interverremo sulla Fornero, lo dico da 5 anni. Domani la borsa risale e tutto torna a posto, non mi faccio ricattare dallo spread".

Fa avvicinare Arena e incita la gente: "Fate un applauso a quest'uomo che da lunedì avrà il lavoro più difficile, quello del sindaco di Viterbo. Vi chiedo di starmi vicino, io non sono eccezionale, siamo persone normali che vogliono fare cose normali e quello che sto facendo è per i miei due figli, per non farli scappare all'estero. Se il primo lavoro sicuro lo danno a 38 anni... è ovvio che non si fanno figli. Siamo un Paese destinato a morire. Certo per la sinistra i figli li dobbiamo prendere dal barcone, c'è gente che vuole sostituire popoli con altri popoli. Ricordate che stiamo portando via la classe media dall'Africa perché sono loro che possono permettersi di pagare 5mila dollari del viaggio sul barcone... poi qui non fanno nulla ma abbiamo derubato il continente africano dei loro migliori ragazzi È questo il danno peggiore, a noi e a loro. 

Ora abbiamo una nuova Ong, con la nave Lifelline, battente bandiera olandese. Ha raccolto 200 migranti, 5 volte in più della sua capienza. Intanto noi abbiamo chiamato in Olanda e ci rispondono che la nave non è registrata, di fatto non esiste, una nave pirata. Quindi salveremo quei 200 migranti, sequestriamo la nave e arrestiamo l'equipaggio". 

Fusco gli passa una bottiglietta d'acqua... ma Salvini lo richiama "Preferivo uno Spritz!"

E conclude: "Sto girando l'Italia e non mi fermo, è la gente che mi dice grazie quando mi incontra, per avergli ridato la dignità di italiano. Non ci sono più servi di nessuno. Saremo antipatici ma meglio antipatici che fessi. Stiamo avendo più rispetto ora che in anni e anni di accordi accettati senza fiatare".

Tocca anche l'argomento famiglia: "Ridaremo dignità ai concetti di mamma e papà, lo ha detto pure il Papa. E' così che si viene al mondo - conclude facendo l'appello finale -: scegliere il sindaco vincola per i prossimi 5 anni.. non è il momento di andare al mare, trovate un momento per votare. Non mollo di un millimetro e chiedo a voi di andare casa per casa. Terrò il cellulare acceso domenica notte, attendendo di leggere Arena sindaco". 

Sono superate le 19, e torna un rito molto caro a Salvini, il selfie con tutti, con i viterbesi che si mettono in coda dalla piazza per salire sul palco a fare uno scatto personale. Nel giornata mondiale del selfie.. diventa davvero irresistibile.

Teresa Pierini