Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tris di sottosegretari per Giovanni Arena: l'incontro di piazza a Bagnaia

In Citta'
Font

VITERBO - Prima uscita nelle frazioni per Giovanni Arena, candidato sindaco per la coalizione di centro destra. al suo fianco, a Bagnaia, i sottosegretari Lucia Borgonzoni, Armando Siri e Stefano Candiani. Sul palco come moderatore Alessandro Usai, che ha poi organizzato il collegamento televisivo con la sottosegretaria Borgonzoni, in diretta su Rete4 proprio dalla scalinata della chiesa a piazza XX Settembre.

Pin It

Il saluto è portato dal candidato, Giovanni Arena: "Grazie ai nostri ospiti che stanno facendo promozione a questo territorio, grazie a Lucia che ha visto Villa Lante. Mi avete parlato questo pomeriggio - precisa rivolgendosi ai sostenitori - so quanto bagnaia sia abbandonata, tanti i lavori da finire, come Valle Pierina e il parcheggio al cimitero. Poi ci sta chi si impegna per la città, il Comitato Sacro fuoco, a cui va dato il patrimonio boschivo della città. Va messa in moto la macchina amministrativa, tutti aspettano risposte. In questi giorni ho sentito grande amore e passione per Viterbo e per Bagnaia, dobbiamo farcela. Grazie ad Alessandro, sul palco con noi, hanno provato a dividerci ma come vedete non ci sono riusciti".

La senatrice Borgonzoni racconta la visita (guarda qui le foto e la sua reazione); "Ho visto luoghi magnifici, la Villa toglie il fiato ma 90 mila visitatori sono niente per la sua bellezza. Sono certa che l'amministrazione entrante aiutetà subito per tenerla aperta con volontari che gestiscano le visite, siete fortunati, avete un patrimonio bellissimo. Vi anticipo che ho sentito il ministro Centinaio, che riceverà la delega al turismo, mi conferma che darà il massimo per le terme. E poi il teatro, che merita tutta la dignità".

Poi si parla di infrastrutture con il senatore Siri, anche se conferma di conoscere anche molti altri argomenti cari a Viterbo: "Sono già stato qui con Fusco che mi ha più volte portato alle terme; qui abbiamo grossi problemi di collegamenti, potremmo avere tantissimo ma se non facciamo arrivare i turisti è dura. Bisogna lavorare sulle infrastrutture fondamentali, come il raddoppio della Cassia e la E45 da completare. Tutte cose da fare, ma l'Europa deve per forza sganciare questi investimenti dal rapporto deficit PIL. Intanto procediamo con la Flax Tax al 15%, entro autunno arrivano i primi decreti e poi la pace fiscale, per evitare che si sprema un limone secco, come è stato fatto finora. Per il futuro garantisco che il sindaco Arena, quando chiamerà, troverà un governo che risponde".

Infine gli argomenti più cari al ministro Salvini, declamati dal senatore Cambiani, suo sottosegretario: "Basta coi politici post mortem... che abbiamo già mandato a casa. Salvini sta dando lezione di dignità, coerenza e conferma della parola data. Pretendiamo il rispetto che ci è dovuto, noi stiamo cambiando strada con l'impegno di portare il programma del centro destra al governo. Basta col marciume della sinistra. Lo possiamo dire, il Pd è finito, i tempi di chi lavorava solo con la tessera è finito. Nel comparto sicurezza non lasceremo nessuno, lo Stato deve essere con le divise. Siamo rivoluzionari: riportiamo dignità al Paese. E a chi sfrutta i migranti dico.. la pacchia e finita!"

Tre interventi governativi in linea con la campagna elettorale, per spingere un ballottaggio dove i cinquestelle sono rimasti a guardare, e la Lega può quindi permettersi di sostenere Arena con forza. L'appuntamento è proseguito con la degustazioni di prodotti tipici, che a Bagnaia vuol dire panino con la porchetta.

Gli appuntamenti con il candidato di centro destra proseguono a Grotte, il 20 a Santa Barbara e il 21 a San Martino. La chiusura della campagna è fissata venerdì a Prato Giardino, a partire dalle 19. Sale intanto l'attesa per l'arrivo del ministro Salvini, giovedì 21 giugno a piazza Verdi.

Teresa Pierini