Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Chiara Frontini chiude la squadra: l'ultimo acquisto è Francesco Bigiotti

Viterbo
Font

VITERBO - Ultima presentazione per la squadra di Chiara Frontini, che oggi ha annunciato quella che per tutti era una sorpresa, nata da una decina di giorni di corteggiamento e di attesa per la risposta: Francesco Bigiotti, il sindaco di Bagnoregio, dal prossimo anno sarebbe nella giunta Frontini, ovviamente in caso di vittoria al ballottaggio.

Pin It

E' la candidata sindaco ad annunciare: "A noi non servono esponenti romani che tirano voti ma prendiamo le nostre eccellenze. E' mia intenzione che Viterbo riprenda il suo ruolo leader nella Tuscia, questa è la buona squadra per governare. Un team vincente che sta dimostrando di essere competente, quindi saremo in grado di gestire la città. O noi impariamo a fare sistema nel territorio o non saremo in grado di crescere. Non abbiamo paura del confronto interno e io non ho paura di circondarmi di teste pensanti, non burattini ma persone in grado di confrontarsi".

Bigiotti, al secondo mandato da sindaco non è più candidabile nel ruolo prinicipale e quindi cedrà lo scettro tra 12 mesi, a quel punto per lui è pronto l'assessorato viterbese Alleanza territoriale e politiche area vasta, internazionalizzazione e sistema di rete.

Accolto da un'ovazione dei candidati presenti, che a quanto pare apprezzano la scelta di tecnici al posto di chi ha tirato la lista in campagna elettorale, Bigiotti esprime tutta la sua soddisfazione: "Grazie per questa dimostrazione di stima. Il mio biglietto da visita è lo sviluppo del territorio, che oggi si può dichiarare ai livelli di Orvieto. Se ci chiamano a parlare in master sul turismo in tutta Italia è evidente che abbiamo lavorato bene. Ho risposto positivamente alla tua richiesta perché si tratta di una lista civica come quella con cui amministro io, e ho già amici, con il professor Franco ho collaborato a Bagnoregio. Consiglio a tutti di lavorare in squadra e evitare scontri tra competenze, senza mettere confini. Abbiamo già avviato un progetto tra Viterbo, Montefiascone, Bagnoregio e Orvieto, sarà un modo per proseguire nel sistema Tuscia, con uno strumento concreto da veicolare e vendere all'estero. Vanno catalizzati i turisti, anche quelli che vengono per poche ore, e convincerli a rimanere più giorni. Con Sgarbi abbiamo avviato una consulta pronta a lavorare da subito. Grazie a te per l'invito ... gli altri non lo hanno fatto, ormai sarebbe troppo tardi".

Un saluto seguito da quello di Franco, già tra gli uomini della Frontini: "Poche ore fa ho avuto questa novità e sono felice, Francesco è un amico. Ho dato un piccolo contributo per Bagnoregio ma il merito è anche aver potuto parlare con un sindaco illuminato. Bene che ora sia in squadra con noi, spalanchiamo le porte a chi porterà idee nuove, a Viterbo abbiamo bisogno di idee, innovazione e stimoli. Complimenti a chi lo ha convinto". Parole che fanno sorridere Bigiotti, che aggiunge: "Non è nemmeno stato difficile".

Anche Alfonso Antoniozzi accoglie il nuovo arrivato, e lo fa con un'immagine di pochi mesi fa, l'emergenza neve e il modo di affrontarla dalla giunta Michelini, immagini che sembrano ormai preistoria: "Voglio tornare indietro alla città bloccata, al sindaco sparito, alla giunta che non parlava e non tranquillizzava. Ero fuori e mi bastava vedere Fb, il delirio, ma nel frattempo lo stesso Fb mandava immagini di Bigiotti a lavorare sulle strade. Onorato di essere al tuo fianco a lavorare con te".

In conclusione Chiara Frontini ha riportato l'argomento sui veleni di questa campagna: "Non accetto etichette nè insulti che ci costringono a rassicurare via via le persone. Siamo stanchi di rincorrere per smentire. Prima di dare credito a chi dice 'Chiara farà ...' chiedo ai cittadini di informarsi. Lo stesso per chi vuole darci un'etichetta politica che non c'è. Domenica la sfida è tra vecchio e nuovo".

Annunciata anche la chiusura della campagna, domani 22 giugno dalle ore 19 in piazza Fontana grande, "Ma niente porchetta mi dispiace", scherza, fino alle 21,30 quando poi il gruppo si sposterà a vedere l'inaugurazione di Caffeina.

Teresa Pierini