Il Centro-destra apre a tutti, purché lontani da Michelini

Viterbo
Font

VITERBO - Secondo incontro ufficiale, ieri, della delegazione trattante del centrodestra (Giuseppe Talucci Peruzzi, Mauro Catasca, Dario Bacocco, Enrico Contardo, Gianluca Grancini, Giovanni Arena, Luigi Buzzi, Carlo Marcoaldi, Paolo Barbieri, Alessandro Casertano, Sergio Insogna) che si è costituita in vista delle amministrative del prossimo 10 giugno.

Pin It

Alla riunione, che si è svolta nella sede di Fratelli d’Italia, hanno preso parte i rappresentanti di Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Fondazione e Civici.

Diversi gli argomenti trattati, al centro dei quali la definizione del programma di governo, per il quale è stata creata un’apposita commissione, con esponenti rappresentativi di ciascun partito che nei prossimi giorni si incontrerà per iniziare a lavorare su un progetto condiviso e unito.
Nello stesso tempo si sta procedendo nell’individuazione di un candidato unico che sarà indicato tra una rosa di nomi che sono stati circoscritti.

La delegazione di centrodestra, inoltre, ha rinnovato l’apertura e l’invito ad altri movimenti, civici e non, che vogliano partecipare e portare il loro apporto all’interno dello schieramento.
L’unica condizione posta è stata quella di ribadire che, nella maniera più assoluta, saranno presi in considerazione elementi o persone che possano in qualche modo essere collegati all’attuale amministrazione.

La volontà dichiarata e ribadita è di dar vita ad una coalizione coesa e caratterizzata dall’omogeneità di intenti, assolutamente slegata da qualsiasi implicazione con la giunta Michelini che ha condotto Viterbo in una situazione di profondo degrado.

Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito alla newsletter per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.