Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

“Solo & Orchestra”: solisti ed insieme per gli autori più grandi alla Rocca Albornoz

Spettacolo
Font

VITERBO – Ultimo appuntamento con i matinée domenicali al Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz, nell’ambito della stagione concertistica organizzata dall'Accademia degli S.Vitati, che conclude così la seconda edizione invernale.

Pin It

Ancora una volta la musica diventa sperimentazione nel concerto “Solo & Orchestra”, in cui cinque strumentisti si alternano, accompagnandosi vicendevolmente, in altrettanti concerti per il proprio strumento solista e orchestra. Sarà così possibile ascoltare nello stesso contesto meravigliosi brani come i concerti di Mozart per pianoforte e clarinetto in La, il concerto di Schumann per violoncello e il concerto di Ciaikovsky per violino, eseguito da una magnifica violinista di soli 18 anni. Protagonisti Alessandro Crescimbeni, pianoforte, Mimì Biaggi, violino, Luigi Capini, viola, Cristiano Bellavia, violoncello e Federico Amendola, pianoforte.

Appuntamento domenica 19 maggio alle 11.30 la sala del Mezzanino con l’ottima musica, a cui potrà seguire la visita al museo e alle sue collezioni, compresa la mostra appena inaugurata “Dario Fo e Franca Rame dal disegno alla scena. Hellequin - Harlekin – Arlekin – Arlecchino, commedia dell’arte all’improvviso”.

Il programma prevede Georg Philipp Telemann (1681-1767) Concerto in Sol maggiore per viola, archi e continuo (Largo, Allegro);   Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Concerto in La maggiore per pianoforte e orchestra, K. 488 (Allegro); Robert Schumann (1810-1856) Concerto in la minore per violoncello e orchestra, op. 129 (Nicht zu schnell - non troppo veloce); Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) Concerto in La maggiore per clarinetto e orchestra, K. 622 (Allegro); Pyotr Ilyich Tchaikovsky (1840-1893) Concerto in Re maggiore per violino e orchestra, op. 35 (Allegro moderato).
Tutti i brani sono stati trascritti da Giorgio H. Federici.

Ingresso con il biglietto della struttura museale (7 euro intero, 2 ridotto); al termine del concerto si potrà visitare liberamente il museo e le sue collezioni.

Il cartellone ha il patrocinio e il supporto del Comune di Viterbo, assessorato alla cultura, Direzione regionale musei Lazio, Ance Viterbo e Cancellieri carburanti.

Per informazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.