Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Giorno della memoria al Teatro Boni con ospite Lia Levi

Libri
Font

ACQUAPENDENTE - In occasione del Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale istituita per commemorare le vittime della Shoah, Acquapendente ospita l'eccezionale testimonianza di Lia Levi, scrittrice e giornalista, superstite dell'Olocausto italiano.

Pin It

L'appuntamento, promosso dall'amministrazione comunale in collaborazione con Demea Eventi Culturali, è per sabato 27 gennaio 2024 alle ore 10.30 presso il Teatro Boni (Piazza della Costituente 9).

Lia Levi presenterà uno dei suoi più celebri libri, “Una bambina e basta”, vincitore nel 1994 del Premio Elsa Morante - Opera Prima. Un volume autobiografico che racconta la toccante storia di una bambina ebrea, nascosta in un convento cattolico alle porte di Roma per sfuggire alla deportazione, e del rapporto con sua madre.

Durante l'incontro, dialogheranno con l’autrice il giornalista Francesco Corsi e gli alunni della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Omnicomprensivo Leonardo Da Vinci. L'ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

"Per Acquapendente è un grande onore ospitare un personaggio dalla storia così importante - afferma la sindaca di Acquapendente, Alessandra Terrosi - e raccogliere la sua preziosa testimonianza, per farla conoscere anche alle nuove generazioni, affinché quanto è accaduto non sia mai dimenticato e non possa più ripetersi. Tutti sono invitati a partecipare".