Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Forme e colori nella Terra di Tuscia: l'arte e la manualità artigiana che nascono dal cuore

Mostre
Font

VITERBO - Inaugurata la 17ma edizione "Forme e Colori nella terra di Tuscia", allestita nelle sale del Museo della Ceramica della Tuscia e presentata nella sala delle assemblee di Palazzo Brugiotti, sede della Fondazione Carivit, dalla prima edizione a supporto della CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia, organizzatrice della mostra concorso.

Pin It

Da oggi e fino al 19 maggio sarà possibile ammirare gratuitamente le 39 opere in mostra realizzate sul tema "De Natura", pensate celebrando l'artigianato come custode della creatività umana nell'epoca dell'intelligenza artificale.

Soddisfatta Luigia Melaragni, segretaria della CNA, che accogliendo i presenti ha ricordato la partecipazione di 35 imprese rappresentative dell'artigianato artistico, insieme agli studenti dei licei artistici della regione (Francesco Orioli di Viterbo, Ulderico Midossi di Vignanello e Ugo Foscolo di Roma), con molti studenti presenti in sala, accompagnati dai docenti. "Un'offerta per appassionati e turisti, che potranno giungere in città grazie ai pacchetti promossi per l'occasione - ha concluso - ammirando la mostra e soprattutto vivendo l'esperienza laboratoriale con gli artigiani".

I laboratori Faber Experience partono subito e si svolgono in ogni fine settimana, venerdì 26 aprile alle 16 Roberta Pietrini proporrà "Upclycling: collane con tessuti di recupero", sabato 27 Armando Mortet alle 16 e alle 17 su "Arte orafa: modellare un monile in cera" mentre domenica 28 alle 16 "Toccare con mano" di Luigi Coppone. 

Luigi Pasqualetti (presidente Fondazione Carivit) ha confermato la bontà dell'iniziativa: "Ero in consiglio quando la CNA propose questo progetto, che rese entusiasta il presidente Perugi. Nel tempo è cresciuta, con tanti partecipanti, a dimostrazione del successo ed oggi più che mai è giusto ricordare l'importanza della manualità che nasce nelle nostre teste. Mi fa piacere informare gli artisti che oltre al premio da 3 mila euro al vincitore la Fondazione ne aggiunge altri mille per il secondo".

L'amministrazione comunale ha ricordato l'importanza per Viterbo, socia dell'associazione Città della Ceramica, che presto sarà estesa anche a Province e Regioni. La tradizione ceramica viterbese sarà parte integrante della candidatura a Capitale Europea della Cultura 2033.

Da sempre vicino alla Cna anche la Camera di Commercio di Rieti e Viterbo, rappresentata dal segretario Francesco Monzillo: "Anche noi  ci siamo  sempre stati, nel rispetto dell'artigianato che compone la nostra sigla e negli anni abbiamo catalizzato maggiori risorse grazie alla Camera di commercio di Roma. Siamo partiti dalla celebrazione dell'artigianato arrivando alla promozione del territorio grazie ad eventi di turismo esperenziale. Da sempre il nostro territorio ha una grande vocazione artigianale, specie artistica, un patrimonio da salvaguardare attraverso l'attenzione e la collaborazione con le scuole, per diventare un esempio per questi ragazzi".

A gestire l'esposizione al museo per la Fondazione la direttrice Silvia Valentini: "Come ogni volta che si allestisce una mostra abbiamo lavorato, pensato e spostato molto. Stavolta l'arte si proietta all'intelligenza artificiale, perché di base c'è una tecnica precisa ma è necessaria l'azione e l'esperienza di cuore dell'artista. Chi fa un manufatto non fa per sé stesso ma per comunicare qualcosa, tutti devono riflettere davanti queste opere, guardate con occhi critici e con quelli del cuore".

Cinzia Chiulli, presidente della CNA Artistico e Tradizionale di Viterbo e Civitavecchia, ha riflettuto sul tema "De Natura", sottolineando come gli artigiani traggano ispirazione dalla loro intima esplorazione dell'umanità: "Pontifichiamo bellezza che resterà per sempre nella società". La sua opera, in mostra, punta sulla storia della città, che viene analizzata attraverso lo studio astrologico di Massimo Fornicoli, che assegna segni zodiacali a luoghi e monumenti.

In chiusura Alessio Gismondi, presidente della CNA Viterbo e Civitavecchia che ha scelto di omaggiare i giovani: "E' bello vedere tanti ragazzi e complimenti agli insegnanti che li guidano in questa disciplina che ha permesso all'Italia di essere un grande Paese. In tanti settori l'intelligenza artificiale può essere utile, specie nella scienza, purché sia ben gestita. Ai giovani dico di guardare con emozione quanto esposto, speriamo che proseguiranno con il mondo dell'artigianato".

Al termine si è svolto il tradizionale taglio del nastro e i presenti hanno potuto ammirare le opere in mostra, come sempre perfettamente integrate nella collezione del Museo della ceramica.

Gli artigiani partecipanti:
Pierpaolo Ardigò - Creazione Gioielli (Roma), Lucia Maria Arena - Antica Legatoria Viali (Viterbo), Elena Bassetti - Elena Bassetti Jewels (Civitavecchia), Miranda Boi - Decor 2Emme (Celleno) – Danilo Bonucci (Viterbo), Marco Bracci – Esclusivi Ferri Forgiati (Civita Castellana); - Fabio Brasili – Torus (Tuscania), Glauco Cambi – Sezione Aurea di Glauco Cambi (Roma), Cinzia Chiulli – Percorsi Artistici (Viterbo), Luigi Cuppone – Laboratorio Linfa (Orte), Giacomo Del Giudice – Fonderia Artistica Del Giudice Leonardo (Greve in Chianti), Vincenzo Dobboloni – Mastro Cencio Ceramiche d’Arte (Civita Castellana), Barbara Ebbli – Malaika (Torino), Maurizio Feliziani – Scagliola e Stucchi d’Arte (Oriolo Romano), Francesca Ficca – Vetreria Romeo (Viterbo), Laura Fuso – Atelier Laura Fuso (Carpignano Salentino), Roberto Gaviano – Live Green (Tarquinia), Maria Grazia Gradassai – Studio d’Arte Bell’Ornato (Civita Castellana), Daniela Lai – Bottega d’Arte (Viterbo), Stefania Mairano e Mario Forcherio (fotografo) - Creazioni in Ceramica (Torino) – Barbara Malè – Flair Cove (Frosinone), Elena Mameli – Kéramos crea e modella (Tuscania), Ivano e Jacopo Menghini – Tappezzeria Menghini (Viterbo), Gianluca Merlonghi – Scultore Orafo di Gianluca Merlonghi e C. (Roma), Armand Mortet – Oriolo Romano (Vt), Maia Palmieri – Yama (Rieti), Roberta Pietrini – O.B.B (Viterbo), Patrizia e Marco Rocchetti – Ferrovivo (Viterbo), Catia Roncella – Artigianerie Lo zoo di legno (Montefiascone), Marina Rossi e Sara Leone – La Musa Mosaici (Castel Gandolfo), Lidia Rita Scalzo – Il Papiro Art (Vetralla), Roberto Todini – Todini Sculture snc, Stefano Todini – Todini Sculture snc

Teresa Pierini e Anselmo Cianchi