Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Madonna del Piano conquista il Palio di Sant'Anselmo con il favorito "Unamore"

Sagre e Feste
Font

BOMARZO - Bis per Unamore, stavolta con i colori del rione Madonna del Piano: che fa esplodere la festa rosa-nera dopo la conquista del palio, un'infinita gara durata più di un'ora con ben 4 false partenze e molto nervosismo.

Pin It

La tradizione di ogni palio prevede che tutto si giochi nella fase guidata dal mossiere, perché una volta partiti regolarmente i tre giri volano come i cavalli in pista. E questa trentanovesima edizione ha confermato la regola, anche quella che vedeva Unamore favorita, avendo vinto lo scorso anno con i colori del Borgo.

Al termine è quindi Madonna del piano a portare in trionfo Cersosimo su Unamore; secondo Croci con Daisa AA, seguiti da Poggio, Denise Beaty; Borgo, Artista De Campeda e Dentro, Diavolo Sarerra.

Prima di raggiungere il campo di gara si è svolto il tradizionale corteo storico, uno per rione, per accompagnare cavallo e fantino verso la competizione,  una bellissima sfilata a cui hanno partecipato gli sbandieratori di Giove e il corteo storico di Bomarzo.

Un evento che vede tanti ospiti presenti, dai consiglieri regionali Sabatini e Zelli, al presidente della Provincia Romoli, a tanti sindaci del territorio, autorità militari e religiose, fino al questore Vinci e il presidente dell'associazione rievocazioni storiche Lazio, Antonio Tempesta.

Prima delle autorità, due guardie svizzere hanno avuto l'importante compito di portare il Palio 2024, realizzato da Tiziano Piccialuti, in foto con il sindaco Marco Perniconi e il presidente della Pro Loco Angelo Ceccolongo. 

Tiziano, di origine bomarzese da parte materna, ha riportato tutto l'amore per la sua terra d'origine, raffigurando ovviamente Sant'Anselmo e il cavallo, dipinto circondato dal tradizionale biscotto, e ovviamente i colori dei rioni, insieme ad uno scorcio di paese, un archetto che ricordava come luogo di gioco, sempre accompagnato dal vento. "Tradizione rispettata come sempre - ha precisato il presidente Ceccolongo - eravamo certi che sarebbe riuscito, specie dopo aver ammirato i suoi quadri era facile capire che avrebbe messo quell'anima che serviva". Soddisfatto anche il sindaco: "Siamo pronto e carichi, eravamo solo preoccupati per il maltempo ma ormai vediamo che possiamo farcela". E infatti le prime gocce sono comparse a Palio terminato, mentre il pubblico si avviava sulla via del ritorno.

Tra le curiosità dell'accoppiata sindaco - presidente un ricordo del passato, risalente al 2001, quando Angelo era il priore del rione Poggio e un giovane Marco era al suo finaco come barbaresco, il ragazzo che porta il palio.

E' il momento di andare, bandiere e musici sono pronti e il campo attende la gara.

Guarda qui le due gallery: Palio Sant'Anselmo - Foto 1 - il corteo storico -Palio Sant'Anselmo - Foto 2 - la gara

Organizzazione Pro loco Bomarzo; sponsor dell'articolo Italympianti.

Teresa Pierini e Anselmo Cianchi