Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Svelati i nomi dei giudici del concorso DiVin Mangiando: tra loro Anna Moroni e Salvo Cravero

Sagre e Feste
Font

TARQUINIA - Anna Moroni, cuoca e personaggio televisivo, Salvo Cravero, chef e docente del Gambero Rosso, Gabriella Cinelli, archeochef e sommelier, Gérôme Bourdezeau, gestore di cinema ed esperto gastronomo, Maria Laura Nespica, agronoma, idrosommelier e assaggiatrice Onaf e Onas, Federica Ruzier, esperta di travel experience.

Pin It

Saranno loro i membri della giuria di DiVin Mangiando, il concorso dedicato ad aspiranti chef non professionisti curato e organizzato daVittoria Tassoni, presidente dell’associazione culturale tarquiniese Il Prezzomolino, in programma il 22 agosto, nell’ambito della 14esima edizione del Divino Etrusco.

La gara gastronomica vede la collaborazione di Slow Food Costa della Maremma e ha il patrocinio del Comune di Tarquinia “Ringrazio i sei giudici che hanno accettato il mio invito a essere presenti – afferma Vittoria Tassoni -. Amici e amiche che ho conosciuto in questi anni, organizzando con la mia associazione corsi, eventi e conferenze per promuovere la cucina tradizionale, identitaria e territoriale”. Location della gara gastronomica sarà a piazza Titta Marini, con la premiazione prevista alle ore 20,45.

“Partecipare è semplice e gratuito – spiega la presidente dell’associazione Il Prezzemolino -. Entro il 20 agosto i candidati dovranno proporre una loro ricetta. Un primo piatto originale a base di pasta fresca o secca o riso, da eseguire nel massimo di due ore, che si richiami alla cucina regionale e alla filosofia di Slow Food, sia negli ingredienti sia nella tecnica di preparazione e di presentazione. La giuria sceglierà i cinque finalisti che dovranno procedere all’esecuzione del piatto nella mattinata indicata dall’organizzazione e nel corso del Divino Etrusco. I finalisti e il vincitore saranno premiati con prodotti del territorio dal Lions Club Tarquinia, a cui va il mio ringraziamento per il sostegno e la disponibilità dimostrati anche per questa iniziativa. E un grazie lo rivolgo a Olitar, della famiglia Scibilia, al frantoio Presciuttini, all’Antica Tenuta Giovanna di Armando Aquilani, a Pasta Fanelli di Canino e all’associazione Campo delle Rose di Viterbo”.

Per scaricare il modulo di partecipazione e avere tutte le informazioni è possibile visitare il sito www.vittoriaincucina.it.