Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tiziano Monti campione italiano handbike: doppio oro a Codogno

In Provincia
Font

TARQUINIA - Domenica di successo per Tiziano Monti che ieri, si è laureato campione italiano assoluto a cronometro handbike, categoria MH5, con un tempo di 28.14 Min su 20 km di percorso. Poi ha fatto il bis anche nella gara in linea.

Pin It

L'atleta tarquiniese prosegue così nella sua marcia verso Parigi 2024 indossando, con orgoglio, la maglia tricolore.

Un risultato atteso, sperato, immaginato, perché a Tiziano è stato affidato il guscio dell'handbike costruito da Dallara per Alex Zanardi. "Per adattarlo alla sua fisionomia c’è voluto un lungo lavoro di squadra - spiegano dal Obiettivo 3 - sostenuto anche da Cetilar Sport. Un lavoro che ha portato alla costruzione di una nuova bici con la quale Tiziano sogna di partecipare alle prossime Paralimpiadi. La fine del racconto è ancora tutta da scrivere".

L'inizio è raccontato da Monti con tutta l'emozione del caso: "Salire su quel guscio è un onore davvero immenso, ma anche una grandissima responsabilità, che cercherò di onorare al massimo delle mie possibilità per me, per Alex, per la sua famiglia e per tutti coloro che hanno creduto e credono in me - precisa il campione -. La prima volta che ho visto quel guscio notai subito la scritta '20 luglio 2020 Tokyo Forza Alex'. Era il suo, creato da e per Zanardi. L'emozione è stata tanta, vedere una cosa progettata da lui, un guscio leggerissimo, sono restato senza parole. Poi ad aprile 2022 mi chiedono di passare in Dallara e nell'officina dei progetti il guscio era li, con gli ingegneri intorno. Mi dicono: 'Prova ad entraci dentro' e mi sono commosso, ma poi ho preso tutta la sua forza e la sua energia".

Il guscio è stato così trasformato su misura per Tiziano, che ha aggiunto grinta alla sua grinta, determinazione alla sua determinazione. E ha vinto.

Per il giusto omaggio al team del grande Alex, dai campionati italiani di paraciclismo a Codogno Obiettivo 3 torna con 29 medaglie, tra grandi sorprese e le solite conferme.
Sono dieci gli ori in totale. Tra cronometro e gara in linea hanno fatto doppietta Giulia Ruffato, Annalisa Baraldo, Ana Vitelaru e Tiziano Monti. Si sono laureati Campioni d’Italia a cronometro anche Davide Cortini e il tandem Ilaria Brugnoli-Alice Gasparini in linea.
Sono tredici, invece, gli argenti. Ne hanno conquistati due Federico Mestroni, Katia Aere, Alessia Polita, Alessandro Abbondanza e il tandem Federico Andreoli-Luca Chiesa. Argento in linea anche per Massimo Salmaso, il tandem Brugnoli-Gasparini e Samanta Demontis.
Chiudono il conto sei medaglie di bronzo. Doppiette per Veronica Frosi e Gabriele Scalise. Sul terzo gradino del podio anche Jacopo Guerrini a cronometro e Alessandro D’Onofrio in linea.

Mai fermarsi sugli allori, o sugli ori come per Tiziano, c'è un'Olimpiade da onorare e Monti è pronto alla sfida.

Teresa Pierini