Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Marika Palomba è Miss Lazio: 12 le bellezze laziali a Jesolo

Marika in posa con Allice

In Provincia
Font

MONTALTO DI CASTRO – La fascia e il titolo di Miss Italia Lazio è andata a Marika Palomba, 19 anni, romana, mora, con due bellissimi occhi blu scuro. E' alta 172 cm. Diplomata al liceo classico, si è iscritta al primo anno di Scienze delle comunicazioni a Roma III. Pratica danza da 10 anni e ama leggere. Il suo sogno è quello di vincere Miss Italia e di diventare una “donna in carriera” nel settore moda. Cliccando qui e nel link fine articolo tutte le foto delle protagoniste della serata.

Pin It

Il titolo di Miss Cinema Lazio è andato alla “plurilaureata” Barbara Storoni, 25enne di Casalpalocco, capelli biondi, occhi verdi, alta 179 cm. Dopo il liceo classico si è laureata in ingegneria clinica e in ingegneria biomedica (entrambe con 110 e lode), ha vinto una borsa di studio di 10 mila euro e ora sta per conseguire una terza laurea in ingegneria gestionale. Pratica pole dance e balli latino-americani, suona il pianoforte e ama il canto e la pittura. Il suo sogno è quello di diventare una brava presentatrice, il suo modello è Michelle Hunziker.

In virtù della vittoria del titolo regionale, la fascia di Miss Eleganza Lazio, già assegnato a Marika, è così andato a Valentina Serafini, 20enne di Palombara Sabina (RM), capelli castani, occhi marroni, alta 175 cm. Diplomata all’istituto alberghiero (accoglienza), lavora come receptionist e prossimamente inizierà un corso per diventare wedding planner. Ama guardare serie TV, leggere e andare in bici. Sogna di fare la modella.

Ieri sera, nell'anfiteatro esterno al Teatro Padovani si è così celebrato l'ultimo atto regionale in vista di Jesolo, con l'assegnazione di due fasce, Miss Italia Lazio e Miss Cinema Lazio. Le due ragazze, comunque già selezionate in precedenza, sono così partite alla volta della cittadina veneta insieme al folto gruppo di laziali, dove si uniranno alla centinaia di concorrenti per conquistare i 38 posti della finale in programma il 9 settembre 2017, in onda in diretta su La7 e condotta da Francesco Facchinetti.

Tra le pre-finaliste sarà presente l'unica viterbese, Federica Francia, giunta quarta ieri sera, un risultato che ne ha comunque dato dimostrazione di potersi affermare anche nelle prossime difficile tappe.
Si chiude così la maratona del Lazio, iniziata con 800 iscritte, partecipanti delle varie serate di selezione, e culminata nella gara montaltese tra 33 bellezze.

Davanti a centinaia di persone le concorrenti sono state presentate da Margherita Praticò e Stefano Raucci, subito dopo aver accolto Alice Sabatini, Miss Italia 2015, la miss dei record, tra cui essere la prima reginetta del viterbese. Per lei un ritorno a due anni fa, con emozione nel ricordo di 20 giorni molto impegnativi fino alla soddisfazione della corona. Alice a breve girerà un corto diretto da Sebastiano Rizzo, ambientato ed ispirato dal Parco di Vulci, rappresentato in giuria dal presidente Messina. Prima di scendere dal palco il tempo di fare gli auguri a nonna Augusta, la bisnonna di Alice, sua ispirazione continua.

Le miss hanno presentato la linea mare, uscendo sette per volta in quadri giocosi e allegri. E' stata poi la volta delle mini interviste con sfilata in passerella per ottenere il voto della giuria. Mentre l'organizzazione tirava le somme delle votazioni, ancora bellezza con gli abiti di sera e la collezione sposa di Franco Ciambella, sempre protagoniste le ragazze.
Saluto istituzionale da parte del sindaco Caci, che ha ricordato la vittoria di Alice ma anche la figura di Lea Padovani, una delle poche donne a cui è dedicato un teatro in Italia.
Ancora sfilata, con le creazioni Miluna, seguita dalla presentazione del progetto Antistalking che da 4 anni vede insieme l'organizzazione del concorso e il Codacons. Un modo per ricordare alle ragazze la massima attenzione e soprattutto dare un supporto, innanzitutto a Gessica Notaro, ex concorrente Miss Italia, vittima di aggressione e ora in continua battaglia per avere una vita normale. Suo il messaggio più commovente della serata.

Proclamazione, foto e interviste per le protagoniste, subito in partenza per Jesolo, convinte e decise di battersi per la regione Lazio e bissare il successo di due anni fa ottenuto da Alice Sabatini.

Teresa Pierini