Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Il Sogno catartico di Marta Iacoponi in finale al Premio Incanto

In Citta'
Font

VITERBO - La musica è sempre stata il suo faro, la sua forza, e anche il suo destino. Cantare e suonare meravigliosamente il violino, anche declinato in versione pop, è parte integrante della sogno di Marta Iacoponi.

Pin It

Tante band con cui ha condiviso progetti musicali e speranze, tanti applausi e riconoscimenti: manca solo la luce accesa, quella che tanto facilmente si ottiene passando per la televisione, e più difficilmente lavorando sodo su spartiti e strumenti. Marta non molla però, credendo fermamente in quello che fa. Lo scorso febbraio era sul palco di Sanremo nel coro di Sergio Sylvestre.

Il 29 settembre, all'Auditorium Parco della musica, ha partecipato al "Jammin2017", rassegna musicale organizzata dal Saint Louis College of Music di Roma. E' stato appena pubblicato il video (clicca qui per vederlo) della serata.


"Sogno Catartico", questo il titolo, é un brano composto da Marta Iacoponi e Giorgio Napoleone, arrangiato dai musicisti che lo hanno portato sul palco: oltre a Marta, voce e violino, Margherita Flore, piano e tastiere, Corrado Filiputti, chitarra, Simone D'Andrea, basso, Fabrizio Di Martino, batteria.

Un brano romantico e coinvolgente che nasce con un sound minimale e si schiude, mostrando una forza esplosiva all'ingresso della batteria e dell'elettronica, a cui si somma la sua voce cristallina e impeccabile; un progetto che sta molto a cuore a Marta e che sta ottenendo i primi risultati.

Martedì 12 dicembre Marta porterà Sogno catartico sul palco della finalissima di un importante concorso romano, "Premio Incanto" organizzato dall'Asino che Vola.

Non resta che incrociare le dita e augurare a Marta Iacoponi e ai suoi colleghi musicisti il massimo successo in questa e tante altre manifestazioni, perché come dice la giovane cantautrice viterbese "La mia via d'uscita è sempre stata la musica!"

Teresa Pierini