Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Tempesta sulla legge Rievocazioni storiche: "Un traguardo straordinario che riconosce e valorizza il ruolo delle nostre manifestazioni"

Provincia
Font

SORIANO NEL CIMINO - Dopo l'approvazione della legge sulle rievocazioni storiche da parte del Parlamento italiano (leggi l'articolo Il Parlamento dà voce al mondo delle Rievocazioni Storiche: approvato all'unanimità il quadro normativo che ne riconosce ruolo e valorizzazione) è Antonio Tempesta ad intervenire in nome dell'Associazione Rievocazioni Storiche del Lazio di cui è presidente.

Pin It

"Si tratta di un traguardo storico che abbiamo cercato e sostenuto con determinazione - commenta Tempesta, che è anche il presidente dell'Ente Sagra delle Castagne di Soriano nel Cimino  - Grazie all'impegno di tutti e alla memoria presentata dalle nostre associazioni abbiamo contribuito a definire un quadro normativo che riconosce e valorizza il ruolo delle manifestazioni di rievocazione storica nel patrimonio culturale e sociale del nostro Paese. I nostri dialoghi costanti con gli onorevoli Virginio Caparvi e Federico Mollicone, promotori della proposta in prima istanza presentata da Caparvi e poi unificata con la successiva presentata da Mollicone, hanno permesso di incorporare nel testo legislativo le nostre principali proposte e necessità".

L'azione evidenzia l'importanza di un riconoscimento al massimo livello del patrimonio culturale immateriale e del ruolo che le rievocazioni storiche svolgono nella formazione, nella crescita socio-culturale e turistico-economica della comunità nazionale e delle comunità locali, unitamente a una regolamentazione attenta che spazia dall'utilizzo e porto delle repliche di armi, alla sicurezza degli eventi e, non meno importante, al coinvolgimento educativo delle scuole.

"Insieme ai colleghi presidenti delle altre associazioni - aggiunge Tempesta - voglio esprimere la nostra più profonda gratitudine agli onorevoli Caparvi e Mollicone e ai loro staff per aver ascoltato attentamente le nostre voci e per aver lavorato incessantemente per la piena realizzazione di questo provvedimento, riconoscendo il valore immenso che le rievocazioni storiche apportano alla cultura e identità italiana. Questo è un momento indimenticabile per tutti noi che viviamo la passione per la storia, la cultura e la bellezza dei nostri territori attraverso la rievocazione storica. Continueremo a lavorare con dedizione per promuovere e arricchire il patrimonio culturale del nostro paese, consapevoli del sostegno e della fiducia che il Parlamento ha riposto nelle comunità".