Borghi del Lazio: 50mila euro per lo sviluppo del turismo sul lago

I loghi del progetto e dei Comuni coinvolti

Provincia
Font

MONTEFIASCONE - Il progetto promosso dall'assessore alla cultura del Comune di Montefiascone, Fabio Notazio, dal sindaco di Bolsena Paolo Equitani e dal consigliere del Comune di San Lorenzo Nuovo Luigi Catalano, ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Lazio di 50.000,00 euro.

Pin It

Lo scopo è concernente alla valorizzazione e alla promozione turistica presentato qualche mese fa dal Comune di Montefiascone in collaborazione con i comuni di Bolsena e San Lorenzo.
Obiettivo del progetto è facilitare la fruizione dei servizi presenti sul territorio attraverso accordi di collaborazione tra Enti pubblici ed imprese private del settore del turismo (ricettive, ristoratori, attrazioni, musei…)”, provvedere a ”un'apposita postazione per il posizionamento di 5 e-bike e effettuare un corso di formazione gratuito (40 ore) per tutti gli operatori delle strutture turistiche (recettive, ristoratori, agriturismo…) per migliorare i livelli di cultura dell’accoglienza”.

Tutto questo nell'ambito del progetto di comunicazione Visit Montefiascone (da cui è tratta la notizia, clicca qui per vedere il sito), voluto dall'assessorato alla cultura del colle failsco, che vedrà anche la produzione di una App che permetta in tutta mobilità di usufruire dei percorsi cicloturistici, anche con l'utilizzo di e-bike, definiti nel progetto dei Borghi del Lazio.

Per borgo si intende generalmente un centro o nucleo storico, dotato di una struttura urbanistica e insediativa compatta e ben definita, nonché di identità urbana.
Il borgo è prevalentemente caratterizzato dalla presenza di una o più emergenze architettoniche e monumenti (castello/palazzo, chiesa/cattedrale, mura e porte urbane, preesistenze storiche, ecc.) e di spazi pubblici di relazione (piazza principale, corso, rete dei percorsi interni, parco urbano, ecc.), nonché da un'edilizia residenziale minore, che rispecchia le tradizioni costruttive e i materiali dei luoghi.
Il borgo, in quanto tale, è un luogo e un insediamento, più o meno conosciuto, spesso lontano da città e centri urbani maggiori, che vive in una dimensione legata al passato ed è generalmente immerso nel paesaggio tipico della zona.
Al borgo si associano spesso gli elementi dell’autenticità (usi e costumi, artigianato locale, relazioni sociali e di vicinato, etc.), della genuinità (patrimonio enogastronomico, cibo tradizionale e piatti tipici, antichi sapori da riscoprire, etc.) e della tradizione (manifestazioni ricorrenti negli anni e nelle stagioni, rievocazioni caratteristiche dei luoghi riconducibili nella sfera del c.d. folklore ormai perso nelle grandi città, etc.).

Il collegamento inscindibile tra agricoltura, ambiente, paesaggio ed insediamenti urbani, intesa nel senso di una coerenza con il “genius loci” – con il quale si indica l’insieme delle caratteristiche socio-culturali, architettoniche, di linguaggio, di abitudini che caratterizzano un luogo, un ambiente, un territorio, una città, dovrà essere concretamente declinato come tutela delle peculiarità della Tuscia, nella sua varietà di unicità ambientali.

Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito alla newsletter per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuove informazioni.