Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

A cena con Unindustria: oltre 1.200 ospiti da tutto il mondo imprenditoriale e politico

Viterbo
Font

ROMA - Oltre 1200 ospiti presenti ieri sera nella suggestiva location del Palazzo dei Congressi di Roma che ha fatto da cornice alla Cena di Unindustria, l’appuntamento annuale, unico nel suo genere, per favorire lo sviluppo di relazioni sempre più significative tra imprese e stakeholder politico/istituzionali, anche al fine di porle al servizio di progetti di sviluppo per il territorio.

Pin It

Anche quest’anno era presente un’ampissima rappresentanza del gotha dell’economia nazionale e regionale, molti top manager italiani ed esponenti della business community, insieme ad una ampia rappresentanza del mondo politico nazionale, regionale e comunale, sindacale ed accademico. 

Gli ospiti sono stati accolti da performance artistiche e intrattenimento musicale ed è arrivato, direttamente dalla prestigiosa sede settecentesca dell’Ambasciata italiana a Parigi, il plastico del progetto di Roma per l’Expo 2030, che era stato presentato qualche settimana fa ai Delegati del BIE per far rivivere i valori, le caratteristiche della candidatura e del masterplan. Nel corso della serata sono stati consegnati riconoscimenti a 71 aziende con più di 50 anni di vita associativa.

Oltre a Angelo Camilli Presidente di Unindustria con la squadra dei suoi Vicepresidenti e il direttore generale di Unindustria Maurizio Tarquini, erano presenti inoltre: Maurizio Stirpe Vicepresidente di Confindustria e Past President Unindustria, Aurelio Regina Delegato del Presidente per GT Energia – Confindustria e Past President Unindustria, Luigi Abete Presidente Luiss Business School, Fondazione BNL, Associazione Imprese Culturali e Creative e Civita Cultura Holding e Past President Unindustria; Giancarlo Abete Consigliere Settore Industria e Componente di Giunta Camera di Commercio di Roma Holding e Past President Unindustria, Riccardo Di Stefano Vicepresidente e Presidente Giovani Imprenditori Confindustria, Giovanni Brugnoli Vicepresidente di Confindustria.

Intervenuti i rappresentanti delle istituzioni regionali e nazionali Francesco Rocca Presidente Regione Lazio, Maurizio Gasparri Vicepresidente del Senato, Valentino Valentini Viceministro delle imprese e del made in Italy, Renato Brunetta Presidente del CNEL, Lorenzo Tagliavanti Presidente Camera di Commercio di Roma, Monica Lucarelli Assessore alle Politiche della Sicurezza, Attività Produttive e Pari Opportunità Roma Capitale, Paolo Aielli Direttore Generale Roma Capitale. Erano presenti anche i sindaci delle province laziali, Chiara Frontini, Comune di Viterbo, Enzo Salera, Cassino, Daniele Sinibaldi, Rieti, Ernesto Tedesco, Civitavecchia.

Al centro della serata la valorizzazione della candidatura di Roma ad ospitare l’Expo 2030. Erano infatti presenti: Massimo Scaccabarozzi Presidente Fondazione Expo Roma 2030, Lamberto Mancini Direttore Generale Fondazione Expo Roma 2030, Giuseppe Scognamiglio Direttore Generale Comitato Promotore Expo Roma 2030, Matteo Gatto Architetto Comitato Promotore Expo Roma 2030.

“La partecipazione ad eventi come questo è una robusta iniezione di fiducia per il sentimento associativo, perché quello che prevale su tutto è la voglia di essere una comunità di relazioni e valori, non solo di interessi. In questi 3 anni della mia Presidenza lo sforzo è stato sempre quello di valorizzare nel Lazio il nostro potenziale industriale, l’ecosistema dell’innovazione, la ricchezza indiscussa del capitale umano. La cena di Unindustria è un momento importante in cui si celebra anche questo modello vincente di collaborazione per il bene della regione.” Ha commentato Angelo Camilli Presidente di Unindustria.