Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Palazzo papale illuminato di giallo e le antiche mura spente per una notte

Viterbo
Font

VITERBO - Palazzo papale illuminato di giallo per la giornata mondiale dedicata all'endometriosi e i merli di un tratto delle antiche mura del centro storico spenti per la tredicesima edizione dell'Ora della Terra (Earth Hour). Viterbo aderisce a due importanti iniziative in programma stasera, 27 marzo.

Pin It

Ne danno notizia il sindaco Giovanni Maria Arena e l'assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini. "Viterbo fa sempre sentire la sua vicinanza istituzionale, e non solo, a iniziative importanti come queste - ha sottolineato il sindaco Arena - . Un modo per richiamare l'attenzione dei cittadini su importanti tematiche come quella dell'endometriosi, malattia cronica, tipicamente femminile, e sull'evento globale promosso dal WWF, riguardante i cambiamenti climatici, sostenuto e patrocinato dall'Anci".

"Facciamo luce sull'endometriosi, così come recita lo slogan della WorldWideEndomarch, l'iniziativa promossa in occasione del mese della consapevolezza di tale malattia, che ricorre appunto a marzo - spiega l'assessore Allegrini -. Viterbo vuole dare il proprio contributo in termini di sensibilizzazione. E lo fa aderendo a questa giornata, che ha l'obiettivo di informare e favorire la prevenzione rispetto a questa patologia invalidante, che colpisce tre milioni di donne in Italia; secondo le stime, una donna su dieci.

E se da una parte accendiamo una luce gialla per partecipare all'iniziativa sulla consapevolezza dell'endometriosi, dall'altra spegniamo i merli di un tratto delle nostre antiche mura civiche per condividere e sostenere l'altro appuntamento, l'Earth Hour 2021, anzi, l'Ora della Terra, per testimoniare l'urgenza e la necessità di contrastare e arrestare il cambiamento climatico".