Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Bancomat vuoto da giorni: a Bagnaia non è possibile prelevare... il proprio denaro

Viterbo
Font

VITERBO - Non bastava la chiusura dell'unico sportello bancario presente in paese: ora Bagnaia rischia di essere ostaggio di un Bancomat, di nuovo l'unico del paese.

Pin It

Che un istituto bancario faccia le sue scelte aziendali non può essere discusso, anche se da subito è apparso evidente come chiudere la sede bagnaiola avrebbe messo a disagio tutti i correntisti, di cui molti in età avanzata. Ora il disagio, putroppo prevedibile, è relativo al contante, il cui unico mezzo di ottenimento resta uno sportello bancomat in piazza XX Settembre, da cui, chi è rimasto cliente della banca, può comunque ottenere denaro, il suo, senza spese aggiuntive di commissioni.

Da giorni ormai quell'unico sportello è a secco, non ha denaro in cassa, e di conseguenza nessuno può prelevare. Purtroppo gli sportelli automatici vivono in simbiosi con le sedi, quando il denaro finsce un dipendente lo ricarica. Lo sportello singolo invece ha tutta un'altra prassi, fatta di sicurezza, protezione del denaro e dell'operatore che lo ricarica. Risultato, tristemente prevedibile, i soldi finiscono e non è così immediata la sua ricarica, specie nei giorni di festa.

Nel caso di Bagnaia pare che sia incarica una ditta che opera nella sicurezza, che purrtroppo non solo è di fuori provincia ma addirittura regione. Viene quindi facile pensare che, appena giunto l'allert del bancomat vuoto, rishcia di essere poco economico raggiungere la ridente frazione viterbese, e si lasci scorrere il tempo. O magari è semplicemente un disservizio di questi giorni, .

Il risultato finale però non cambia, resta impresa la scritta "Prelievo non disponibile" e a Bagnaia al momento i correntisti non possono avere i propri soldi, e si tratta di persone anziane o di clienti vincolati all'istituto da prestiti, mutui, investimenti e una serie di altri prodotti che li hano tenuti legati a quella che era la banca del paese.

La soluzione c'è, andare a La Quercia al primo bancomat di un  altro istituto, pagando la commisione, o arrivare a Viterbo alla prima filiale pagando comunque carburante, quindi onerosa: sempre se il correntista ha un mezzo per sportarsi. Altrimenti non resta che attendere o, senza ottenere nulla, fare come Bud Spencer e Terence Hill, "Altrimenti ci arrabbiamo", ma non si preleva lo stesso.

Forse è il momento che qualcuno si prenda in carico la questione e risolva il disagio della propria clientela, che rischia di ritrovarsi di nuovo in difficoltà verso fine mese, con le giornate festive natalizie in piena settimana, e li sarà di nuovo tutto complicato.

T. P.