Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Fiera del vino Montefiascone: la "Berti nazionale" fa il bagno di folla. Stasera Zarrillo, domani Jalisse

Sagre e Feste
Font

MONTEFIASCONE – La musica italiana che ha fatto storia negli anni '70 e '80 possiamo dirlo, dopo aver visto l'esibizione di ieri sera di Orietta Berti, è immortale. Sale l'attesa per il concerto di Michele Zarrillo, stasera, 12 agosto, mentre domani sul palco saliranno i Jalisse.

Pin It

Persone di ogni età assiepate in una gremitissima piazza Vittorio Emanuele. Lei, l'Orietta nazionale, presa d'assalto dai nostalgici di un'epoca che ha segnato la storia della musica. Già nel pomeriggio l'abbraccio della città del vino.

Un'esibizione degna di una grande cantante. Una carrellata di vecchi successi musicali e il coro della gente sono stati gli ingredienti base per la riuscita serata di ieri.

Una giornata doppiamente speciale, quella regalata dall'assessore Massimo Ceccarelli, organizzatore della Fiera del Vino, alla sua città. Già perché proprio ieri, la Berti, festeggiava mezzo secolo di carriera, da “Fin che la barca va” a “Ti darò di più” del '66, ai recenti testi sudamericani, raccolti nel cofanetto di cd con 109 canzoni:“ Dietro un grande amore”, che la cantante ha orgogliosamnete presentato in onore ai suoi 50 anni “in musica”.

Stasera si replica con un altro grande artista italiano, Michele Zarrillo.

Domani invece sul palco ad esibirsi saranno i Jalisse, vincitori di un'edizione di Sanremo.

Se ieri sera la piazza era stracolma, stasera, sono previste almeno il doppio delle persone che potranno godersi la rievocazione storica della morte di Defuk o qualche calice fresco di Est! Est!! Est!!!

Inoltre, sempre in occasione della sessantesima Fiera del Vino, il contesto culturale montefiasconese si vivacizza con la galleria d’arte “Corso Cavour n.28” dove è stata inaugurata una mostra di quadri sculture e libri, ovviamente in Corso Cavour n.28.

Espongono due artisti: la pittrice Franca Puppo con ritratti, paesaggi e nature morte, e soprattutto i famosi fondali marini con i pesci "mobili", molto apprezzati da pubblico e critica e che hanno inaugurato un caratteristico filone chiamato “Relax Art”; Francesco Ferrari espone invece diversi quadri e sculture e fra queste l’ultima sua realizzazione che è un’opera in legno di mimosa, cha l’artista ha scolpito per far rivivere il suo albero di mimosa purtroppo seccatosi con l’ultima gelata. I quadri di Ferrari in mostra fanno riferimento alla storia americana e hanno per soggetto il jazz, il cinema e i nativi.

La mostra resterà aperta tutte le sere in Corso Cavour n.28 a Montefiascone fino alla chiusura della Fiera del Vino di Montefiascone, prevista per il giorno 15 agosto.