Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Battle of the nations: 35 nazioni in gara nel Castello di Santa Severa

Sagre e Feste
Font

SANTA MARINELLA - E’ stato inaugurato nella grande arena, con una grande cerimonia alla presenza dei rappresentanti di tutte le nazioni partecipanti, il campionato mondiale del Battle of the nations 2018, in costume medievale ospitato quest’anno in Italia, nella cornice del Castello di Santa Severa.

Pin It

Fino a domenica 6 maggio i combattenti delle 35 nazioni partecipanti si sfideranno nelle diverse categorie: 1vs1 suddiviso in 4 discipline (spada lunga, spada e scudo, spada e brocchiere ed arma in asta, tutte sia maschile che femminile) nell’arena piccola sulla Spianata, mentre gli scontri di gruppo con il 3vs3 solo femminile ed i 5vs5 e 21vs21 maschili sono ospitati nella grande arena accanto all’accampamento medievale.

L’Italia partecipa al BotN sin dalla seconda edizione del 2011, quando le nazioni interessate erano solo 7 rispetto alle 35 odierne ed è rappresentata da 50 combattenti e partecipa a tutte le discipline. L’evento internazionale è organizzato da Historical Martial Combat Italy Federation, C.S.E.N. (Centro Sportivo Educativo Nazionale) e HMBIA(Historical Medieval Battle International Association). La manifestazione è organizzata in collaborazione con la Regione Lazio, LAZIOcrea, Mibact, Comune di Santa Marinella e Coopculture.

Per gli appassionati anche tanto folklore e storia, cavalieri e dame in costume, musici, danzatori, sbandieratori, tende con cucine da campo, un vero torneo medievale rievocato nei più minimi dettagli. Maestri d’arme di scherma storica pronti a fare provare vere armature, o spiegare in dettagli i segreti del duello con le spade, e spazio anche per i ragazzi che si vogliono cimentare con il tiro con l’arco.