Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

VITERBO - Sotto col gusto e fermi. Per quanto riguarda i buoni sapori non si rimanda a dopo Santa Rosa, ma si gioca di anticipo. La città si prepara all’atteso 3 settembre anche pensando a come onorare degnamente la festa a tavola. In che modo? Con i dolci tipici dedicati a Santa Rosa e ai Facchini, in chiave tradizionale o rivisitati dagli artigiani viterbesi maestri del gusto.

Altri articoli...