Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Jazz up festival: la magia degli standard incanta il pubblico

Visto per voi
Font

VITERBO - Ancora tantissimi applausi per la seconda settimana di Jazz up festival, che alla quttordicesima edizione sta diventanto la particolare e unica colonna sonora agostana dell'estate viterbese.

Ancora una serata di jazz ad ingresso grauito, gioello musicale che ben si sposa alla naturale arena di piazza Unità d'Italia, con il pubblico che sceglie di assistere al concerto, seduto in platea o sulla gradinata, o che si ferma ad ascoltare dalla "piccionaia" su via Ascenzi. Una scelta azzeccata, a giudicare proprio dal gradimento di un pubblico libero di scegliere e che sceglie prorpio di esserci.

La serata di ieri è ancora una volta dedicata allo standard, un repertorio tratto dai classici americani, canovacci musicali cantati da grandissimi artisti o parti integrante di musical, proposti in chiave jazz. Sul palco un quartet nato dall'incontro tra Daniele Cordisco, chitarra, e Francesco Lento, tromba, supportati dal ritmo della batteria di Giovanni Campanella e dal tappeto musicale del contrabasso di Francesco Pierotti, artista di casa. Tra straordinarie performance di gruppo e assoli che strappano applausi, l'atmosfera americana si impossessa dellìarena viterbese e la porta a sognare lontano, per uno spettacolo davvero di grande qualità, sensazione che arriva anche agli artisti, come ammesso da Cordisco che nota una grande attenzione del pubblico, vissuta in un luogo magico.

In attesa dei due appuntamenti finali, Giancarllo Necciari e Vaniel Maestosi, dopo aver ringraziato pubblico, Comune e sponsor che hanno reso possibile tutto questo, hanno annunciato il possibile rischio di pioggia nel fine settimana, con spostamento in location chiusa dei concerti di Rosario Giuliani, venerdì 23, e Fabio Concato, sabato 24 agosto. In settimana saranno comunicate eventuali variazioni.

Teresa Pierini