Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

Premio Ricci: domani il concerto finale. La presidente Cedolins: "Investiamo in cultura per un futuro migliore"

Spettacolo
Font

VITERBO – E' entrato nel vivo, con la fase conclusiva, il Premio internazionale di canto lirico Fausto Ricci, per cui da ieri sono in corso le selezioni degli iscritti, che questo pomeriggio saranno scelti per la finale. Stamani la conferenza stampa di saluto con tutta la giuria della settima edizione.

Protagonisti Giuliano Nisi, presidente dell'associazione XXI Secolo, la presidente di giuria Fiorenza Cedolins, il direttore artistico Fabrizio Bastianini, il console Touring Vincenzo Ceniti e Vittorio Maria Boccia per il Lions Viterbo. A fare da padroni di casa, nel foyer del teatro, il sindaco Arena e l'assessore De Carolis.

Giuliano Nisi ha accolto i presenti sottolineando il grande livello del Premio: “Sempre più internazionale con concorrenti da ogni parte del mondo, il modo migliore per onorare la figura del baritono Ricci, nostro concittadino”.

E' la presidente di giuria a ricordare l'importanza della musica, partendo da un'omaggio alla città: “Trovo questo teatro meraviglioso, come la città, bellezze artistiche che fanno da volano alla meraviglia del concorso. La cultura e la storia italiana hanno personaggi che hanno donato magia ovunque – ha aggiunto Fiorenza Cedolins - tanti stranieri imparano l'italiano attraverso la lirica, un patrimonio di cui andare orgogliosi, che va tutelato sostenendolo per il futuro. E' giusto che amministrazioni e realtà comprendano che il teatro, come i musei, non debbano creare business ma indotto, così come l'università. Queste strutture vanno salvaguardate attraverso lo studio dei giovani che meritano l'attenzione giusta. Oggi i conservatori hanno l'80% di stranieri tra gli iscritti, specie cinesi, che amano tantissimo la lirica, su cui in Oriente si investe. Dobbiamo dirlo forte: l'Opera è bella”.

Una vera e propria dichiarazione d'amore al Bel canto, seguita dall'intervento di Ceniti che ha ricordato la figura di Giacomo Volpi, celebrata in questa edizione del Premio Ricci, in coincidenza del centenario del debutto del tenore, proprio dal palco dell'Unione.

Il maestro Bastianini ha ricordato il forte legame con la Scuola Musicale comunale: “Questo festival è anche un'occasione di promozione, specie con la presenza di tanti allievi della scuola, che già da ieri vengono e assistono alle selezioni. E si innamorano di questa magia”.

Prima della foto di gruppo con tutta la giuria, l'assessore De Carolis ha aggiunto: “Fausto Ricci ci ha dato lustro come personalità nel campo musicale e oggi, grazie ai tanti partecipanti che arrivano, con questo concorso Viterbo arriva in tutto il mondo. Grazie a Giuliano e all'associazione XXI secolo per il lavoro fatto nel creare questa manifestazione”.

In chiusura il sindaco: “Questa iniziativa è sempre più radicata, con un'organizzazione collaudata e una giuria di grande qualità. Con il supporto di realtà cittadine ci sono tutti gli ingredienti per uno spettacolo di ottimo livello. Sarà un'edizione ancora più qualificata ed è piacevole essere qui in conferenza ascoltando il sottofondo di chi canta”, ha concluso, mentre all'interno del teatro gli iscritti erano intenti alle prove con il pianista Leonardo Angelini, che li accompagnerà per tutte le esibizioni e durante il concerto finale.

Ricordiamo la composizione della giuria, composta dalla presidente Cedolins e da: Mº Gianni Tangucci, coordinatore artistico Accademia Maggio Musicale Fiorentino; Mº Marcello Iozzia, segretario artistico Teatro Massimo di Palermo; Mº Plamen Kartaloff, Sovrintendente del Teatro dell’Opera di Sofia; Giovanna Lomazzi, vice presidente dell’associazione A.S.L.I.C.O. (Associazione Lirica e Concertistica Italiana); Xu Qing, direttore generale dell'opera studio di Chengdu/Art manager; Salvatore Cordella, tenore - direttore artistico Festival Internazionale delle Arti; Mº Fabrizio Bastianini, compositore, direttore d’orchestra e direttore artistico del premio; Romualdo Savastano, maestro di tecnica vocale; Maria Chiara Camponeschi, soprano, presidente e direttore artistico dell'associazione "Le Ali di Beatrice" Bellinzona. Svizzera; Massimo Bonelli, regista teatrale.

I talenti selezionati si esibiranno al concerto spettacolo finale di domani, domenica 6 ottobre, dalle 17.30, al Teatro Unione, presentato da Davide Colombo e con la partecipazione del critico musicale Andra Merli; ingresso libero fino esaurimento posti (per le preontazioni basta recarsi al botteghino).

Il concorso è organizzato dall'associazione XXI Secolo in collaborazione con Touring Club Viterbo, e con il patrocinio e il contributo di Lions Club, Avam e Comune di Viterbo (cartellone del Settembre Viterbese), Avam, Fondazione Carivit, Festival Internazionale delle Arti, Associazione Le ali di Beatrice e tutti gli sponsor cittadini coinvolti nell'iniziativa.