Il nostro sito utilizza cookie e tecnologie simili per ricordare la vostra visita, raccogliere statistiche delle visite e adattare il nostro sito ai vostri interessi. Per maggiori informazioni o per impostare le preferenze dei cookie, in qualsiasi momento è possibile utilizzare il nostro strumento «Impostare le preferenze dei cookie» riservato a chi è registrato al sito. Accettando si prosegue la navigazione e si acconsente all’ installazione dei «cookie» da parte nostra o di terzi.

VITERBO - La Pasqua del 2020 non è stata una festività normale, con i fedeli costretti a seguire le celebrazioni da casa per l'emergenza Covid. Tra le tante inziative brilla quella voluta da don Massimiliano Balsi, parroco della Basilica della Madonna della Quercia, che, oltre a trasmettere le Messe in diretta dalla pagina social del santuario, domenica ha riempito i banchi di centinaia di lumini, a rappresentare i fedeli rimasti a casa.

TARQUINIA - "Abbiamo celebrato con gioia la Santa Messa della Pasqua in questa nostra Chiesa di San Giuseppe: l’immagine benedetta del Signore Risorto è finalmente svelata ed è iniziata la preghiera dei Quaranta Giorni fino all’Ascensione di Gesù nel Cielo" con queste parole don Augusto Baldini, presidente Associazione Fratelli del Cristo Risorto e Rettore della chiesa di San Giuseppe a Tarquinia, precisa che sarà lui ad entrare in chiesa i quanto permangono, come annunciato, le norme in atto al contenimento dell’epidemia covid-19.

Altri articoli...